IL CANE DA PASTORE OLANDESE

Dal sito ENCI

Storia

In origine, la funzione principale del Cane da Pastore Olandese era quella di un cane da pastore di campagna. Fin dai tempi remoti, gli Olandesi lavoravano i campi, dedicandosi anche alla pastorizia. I cani dovevano tenere le greggi lontane dai raccolti, compito che essi assolvevano perlustrando i bordi delle strade e dei campi. Inoltre accompagnavano le greggi nei loro spostamenti verso i terreni comuni, mercati e porti. Nella fattoria, tenevano le galline lontane dagli orti, riunivano le mucche per la mungitura e tiravano le carrette del latte. Inoltre, avvisavano gli agricoltori se qualche estraneo entrava nella proprietà. Attorno al 1900, in Olanda le greggi di pecore erano per la maggior parte scomparse. L’intelligenza versatile del Cane da pastore Olandese lo rese adatto all’addestramento, che stava allora cominciando ad essere popolare. Così iniziò una nuova carriera come cane da polizia, come cane da cerca e seguito, e come cane guida per i ciechi, pur restando ancora capace di condurre le pecore. Il primo standard della razza risale al 12 giugno 1898.

Aspetto Generale

Cane di taglia media, medio peso, molto muscoloso, dalla struttura potente e ben bilanciata. Un cane di grande resistenza, vivace temperamento ed espressione intelligente. Per quel che riguarda il mantello, la razza si distingue nelle seguenti varietà: a pelo corto, a pelo lungo, e a pelo ruvido.

Codice FCI223
Gruppo1 – CANI DA PASTORE E BOVARI (ESCLUSI BOVARI SVIZZERI)
Sezione1A – CANI DA PASTORE
VarietàA – A PELO CORTO
B – A PELO LUNGO
C – A PELO RUVIDO

Varietà: PELO CORTO

© NKU

Varietà: PELO LUNGO

© NKU

Varietà: PELO RUVIDO

© NKU

STANDARD

FCI Standard N° 223 / 21.10.2009

CANE DA PASTORE OLANDESE

ORIGINE: Olanda

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 28.07.2009

UTILIZZAZIONE: Cane da compagnia e da pastore

CLASSIFICAZIONE F.C.I. :

Gruppo 1 Cani da pastore e Bovari (escluso i Bovari Svizzeri)

Sezione 1 Cani da pastore

Senza prova di lavoro

BREVE CENNO STORICO: In origine, la funzione principale del Cane da Pastore Olandese era quella di un cane da pastore di campagna. Fin dai tempi remoti, gli Olandesi lavoravano i campi, dedicandosi anche alla pastorizia. I cani dovevano tenere le greggi lontane dai raccolti, compito che essi assolvevano perlustrando i bordi delle strade e dei campi. Inoltre accompagnavano le greggi nei loro spostamenti verso i terreni comuni, mercati e porti. Nella fattoria, tenevano le galline lontane dagli orti, riunivano le mucche per la mungitura e tiravano le carrette del latte. Inoltre, avvisavano gli agricoltori se qualche estraneo entrava nella proprietà. Attorno al 1900, in Olanda le greggi di pecore erano per la maggior parte scomparse. L’intelligenza versatile del Cane da pastore Olandese lo rese adatto all’addestramento, che stava allora cominciando ad essere popolare. Così iniziò una nuova carriera come cane da polizia, come cane da cerca e seguito, e come cane guida per i ciechi, pur restando ancora capace di condurre le pecore. Il primo standard della razza risale al 12 giugno 1898.

ASPETTO GENERALE: Cane di taglia media, medio peso, molto muscoloso, dalla struttura potente e ben bilanciata. Un cane di grande resistenza, vivace temperamento ed espressione intelligente. Per quel che riguarda il mantello, la razza si distingue nelle seguenti varietà: a pelo corto, a pelo lungo, e a pelo ruvido.

PROPORZIONI IMPORTANTI: La lunghezza del corpo ( dal punto della spalla al punto della natica) supera l’altezza al garrese, nella proporzione circa di 10:9, come si addice ad un trottatore. La proporzione della lunghezza del cranio alla lunghezza del muso è 1:1.

COMPORTAMENTO – CARATTERE: molto leale e affidabile, sempre attento, guardingo, attivo indipendente, perseverante , intelligente, predisposto all’obbedienza e dotato del vero temperamento di cane da pastore. Il Cane da Pastore Olandese lavora volentieri col suo padrone e sbriga in modo autonomo qualsiasi compito che gli viene assegnato. Quando conduce il gregge, deve essere in grado di cooperare con molti altri cani.

TESTA: ben proporzionata al corpo. Vista da sopra e di profilo ha forma di cuneo. La sua forma è piuttosto allungata, senza pieghe; asciutta, con guance piatte e ossa zigomatiche non pronunciate. A causa del pelo, la testa della varietà a pelo ruvido appare più quadrata, ma è solo un’illusione ottica.

REGIONE DEL CRANIO

Cranio piatto

Stop leggero, sebbene chiaramente presente.

REGIONE DEL MUSO

Muso leggermente più lungo della fronte piatta. Canna nasale diritta e parallela alla linea superiore della regione craniale.

Tartufo nero

Labbra aderenti e ben pigmentate.

Mascelle/Denti Chiusura a forbice, forte regolare e completa

Occhi scuri e di media misura. Gli occhi sono a forma di mandorla, e leggermente obliqui. Gli occhi non devono essere posizionati troppo distanti e non dovrebbero essere sporgenti.

Orecchi di media misura. Quando il cane è in attenzione, gli orecchi sono portati alti ed eretti.

COLLO non troppo corto; è asciutto, senza pieghe e fluisce gradatamente nel tronco.

CORPO fermo, ma non grossolano

Linea superiore: c’è una morbida, gentile transizione dal collo alla linea superiore del corpo, per cui testa e collo sono portati in modo naturale.

Dorso: diritto e fermo

Rene: fermo, non lungo né stretto

Groppa: leggermente spiovente, non corta

Linea inferiore e ventre: leggermente retratti

Torace: alto e abbastanza lungo, non stretto, con costole leggermente cerchiate

Petto: abbastanza ben sviluppato

CODA a riposo, la coda pende diritta, o con una leggera curva, raggiungendo il garretto. In azione è portata elegantemente rialzata, mai arrotolata o portata di lato.

ARTI:

ANTERIORI: potenti, di buona lunghezza e molto muscolosi. L’ossatura è solida ma non pesante. Generalmente mostrano sempre una linea retta, ma con sufficiente elasticità ai pastorali.

Spalla: scapole ben aderenti al corpo e ben oblique

Braccio: approssimativamente della stessa lunghezza della scapola; forma buoni angoli con le altre parti dell’anteriore con cui è connesso.

Gomito: ben aderente

Piede anteriore: ovale. Ben chiuso, con dita arcuate. Unghie nere ed elastici cuscinetti scuri.

POSTERIORI: i posteriori sono possenti e ben muscolosi. L’ossatura è solida ma mai pesante. Le angolazioni non sono eccessive.

Coscia e gamba: circa della stessa lunghezza

Garretto: perpendicolare sotto la punta della natica.

Speroni: del tutto assenti

Piedi posteriori: ovali: ben chiusi, con dita arcuate. Unghie nere ed elastici cuscinetti scuri.

ANDATURA il Cane da Pastore Olandese è un trottatore dal movimento sciolto, morbido ed elastico, senza esagerazioni nella spinta o nella falcata.

MANTELLO: Pelo

Pelo corto su tutto il corpo il pelo è piuttosto duro, strettamente aderente, non troppo corto, con un sottopelo lanoso. Collare, “culotte” e frange alla coda sono chiaramente evidenti.

Pelo lungo su tutto il corpo pelo lungo, diritto e ben aderente, ruvido al tatto, senza riccioli o onde, e con un sottopelo lanoso. Ben definiti collare e “culotte” Coda abbondantemente ricoperta di pelo Testa, orecchi, piedi e anche gli arti posteriori al di sotto del garretto sono ricoperti di pelo corto e fitto. La zona posteriore degli anteriori mostra pelo fortemente sviluppato, che diventa più corto verso i piedi (frange). Niente frange agli orecchi.

Pelo ruvido presenta un fitto, ruvido pelo scompigliato con lanoso e denso sottopelo su tutto il corpo, tranne la testa. Il pelo dovrebbe essere fitto. Il labbro superiore e quello inferiore dovrebbero essere ben guarniti di pelo, formando baffi e barba e due ben definite, ruvide sopracciglia ispide sono ben evidenti ma non esagerate. Il pelo delle frange non è morbido. Il pelo sul cranio e sulle guance è meno fortemente sviluppato. Di profilo sembra che la testa abbia un aspetto più quadrato. Si desiderano “culotte” molto sviluppate. La coda è ricoperta di pelo tutt’attorno. La tigratura può essere meno pronunciata a causa del mantello scompigliato. Il pelo ruvido dovrebbe essere strippato a mano in media due volte all’anno.

COLORE Tigrato. Il colore di base è dorato o argento. Il dorato può variare dal color sabbia chiaro al rosso castano. La tigratura è presente chiaramente su tutto il corpo, nel collare, ”culotte” e coda. Troppo nero è indesiderabile. È preferibile una maschera nera. Pesanti chiazze bianche su petto o piedi non sono desiderabili.

TAGLIA:

Altezza al garrese Maschi 57 – 62 cm

Altezza al garrese Femmine 55 – 60 cm

DIFETTI Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità e agli effetti sulla salute funzionale e il benessere del cane.

DIFETTI ELIMINATORI

  • Aggressivo o esageratamente timido
  • Mancanza di tipicità
  • Qualsiasi soggetto che dimostri chiaramente delle anormalità fisiche o comportamentali verrà squalificato.

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.